Come asciugare le ferite

Quando si tratta della cura di ferite minori esistono due tipi di metodi di guarigione. Il primo metodo, noto come guarigione a ferita umida, realizza coperture protettive umide per promuovere la guarigione. La guarigione umida impedisce la scottatura, promuovendo invece la rigenerazione di nuove cellule cutanee usando il liquido che scaturisce dalla ferita. La guarigione a secco lascia la ferita aperta alla circolazione di aria fresca, che aiuta a guarire la ferita e asciugarla attraverso il processo di scalpicamento.

Applicare pressione alla ferita usando un pezzo di garza pulita per fermare il sanguinamento iniziale. Poiché il sangue continua a saturare la garza, aggiungete un pezzo fresco sulla parte originale del pezzo.

Continuare a applicare la pressione per 20-30 minuti o finché l’emorragia non si arresta. Rimuovere la garza dopo e sciacquare la ferita con acqua fredda per rimuovere la sporcizia e detriti.

Spellare la ferita asciutta con un pezzo di garza pulita e asciutta. Applicare uno strato sottile di unguento antibiotico all’area ferita utilizzando una palla di cotone.

Coprire la ferita con un secondo pezzo di garza pulita e asciutta, fissato con nastro adesivo chirurgico. La garza secca raccoglie qualsiasi liquido che si diffonde dalla ferita, causando la formazione di un formaggio.

Sostituire la copertura di garza secca una volta al giorno. Mantenere la ferita coperta con la garza secca fino a formare una scaglia, che dovrebbe verificarsi entro uno o due giorni.

Lasciare che la ferita rimanga aperta all’aria una volta che si forma la scabbia. Tutte le guarigioni si verificheranno sotto la pelle scabata.