Come usare echinacea per curare l’acne

Gli esperti riferiscono che echinacea è una pianta perenne che ha mostrato promessa come stimolante immunitario. I nativi americani hanno usato questo medicinale a base di erbe per secoli per curare le infezioni. L’uso quotidiano più moderno di questa erba è per disturbi respiratori, come un raffreddore, ma è anche usato per curare le infezioni delle vie urinarie e come un trattamento per l’acne. Echinacea è disponibile in una serie di forme che utilizzano componenti chiave dell’impianto per preparare tè o creare un balsamo. L’acne si verifica quando i pori della pelle diventano bloccati e eventualmente infettati. Mentre non vi è alcuna prova scientifica che l’echinacea migliorerà l’acne, può contribuire a ridurre il gonfiore ed eliminare l’infezione.

Acquistate radici essiccate di echinacea da un negozio di erbe a base di prodotti alimentari o locali. Alcune persone coltivano questa pianta nel loro giardino. Per raccogliere radici, tagliare una parte della radice con un coltello. Lavare la sezione e appendere alla luce solare. Una volta asciutta, schiacciare il pezzo fino a diventare polvere e conservare in un barattolo di vetro.

Aggiungere 1 g di polvere di radice all’acqua calda e bollire per 10 minuti.

Mettere un filtro di qualche tipo in cima a una tazza. Il filtro potrebbe essere un filtro a caffè o un filtro per il tè, quanto i pori fini sono i migliori. Versare il liquido caldo attraverso il filtro nella tazza. Togliere il liquido rimuoverà qualsiasi sedimento residuo dalla polvere radicale.

Preparare e bere il tè tre volte al giorno per tre giorni.

Applicare una crema topica echinacea all’area interessata. Secondo la Mayo Clinic, le applicazioni topiche dovrebbero essere un composto semi-solido che contiene il succo pressato del 15 per cento. Seguire le istruzioni fornite con il prodotto per una corretta applicazione e dosaggio.