È un livello di proteina dell’urina di 234,0 alti?

I reni sono responsabili della filtrazione delle tossine e dei residui di eccesso nel corpo. Inoltre aiutano il corpo a mantenere le sostanze nutritive chiave che ritorno ai tessuti attraverso il flusso sanguigno. I reni regolano l’equilibrio dell’acqua, del sodio e dell’elettrolito nel corpo, aiutano inoltre a prevenire la disidratazione e il gonfiore. Se i reni non possono eseguire correttamente le proprie funzioni, può svilupparsi una malattia renale cronica. La malattia renale cronica sconvolge il processo di filtrazione naturale del corpo, che può finire per privare il corpo di importanti sostanze nutritive. Nei casi gravi, la malattia renale cronica può portare a insufficienza renale.

La proteinuria è una condizione dei reni, che è il risultato di una ridotta filtrazione. Mentre il sangue attraversa i reni, le tossine ei rifiuti vengono filtrati, ma le proteine ​​importanti sono mantenute. La proteina primaria trovata nel flusso sanguigno è l’albumina. È necessario che il corpo mantenga una quantità sufficiente di albumina circolante perché aiuta a combattere l’infezione e aiuta anche a coagulare il sangue. Quando i reni iniziano a perdere la loro capacità di filtrare correttamente, l’albumina preziosa viene escreta nell’urina e il corpo comincia a sperimentare una perdita di questa importante proteina.

Per i medici per determinare se i reni sono perdite di proteine, una raccolta di urine di 24 ore è stata richiesta una volta per raccogliere tutti i dati dai reni durante una giornata intera di filtrazione. Questo processo è ora semplificato per richiedere solo un campione di urina in loco. Secondo il National Diseases Center dei reni e delle malattie urologiche, viene esaminato un singolo campione di urina e vengono analizzati sia i livelli di albumina che di creatinina. La creatinina si trova anche nel sangue e forma come risultato della normale rottura del tessuto muscolare. Questo test è indicato come rapporto proteina-creatinina, o PCR. Un livello di PCR compreso tra 50 e 300 mg / mmol è un’indicazione del possibile danno renale e un livello di PCR di oltre 300 mg / mmol indica gravi problemi renali.

La proteinuria può essere difficile da diagnosticare perché ci sono pochi sintomi e spesso i sintomi imitano molte altre condizioni. Se la proteina non viene diagnosticata immediatamente, può portare a una condizione renale chiamata sindrome nefrotica. La sindrome nefrotica è livelli cronicamente elevati di proteine ​​nelle urine. I sintomi di questa condizione sono la ritenzione d’acqua estrema intorno alle caviglie, alle dita e agli occhi, insieme a livelli elevati di pressione sanguigna e di colesterolo. La ritenzione idrica può verificarsi anche nella pancia e nei polmoni, che possono causare sensazioni di respiro. I sentimenti generali di stanchezza con un sistema immunitario indebolito possono anche accompagnare l’eccesso di proteine ​​nelle urine.

La proteinuria può essere causata da altre condizioni quali il diabete, la pressione sanguigna altamente cronica o le infezioni del corpo. Spesso, trattando la condizione che ha portato alla proteinuria è il corso più efficace del trattamento. Questi trattamenti varieranno, ma i medici della Federazione Nazionale del Rene raccomandano anche di abbassare sia le iniezioni di sale e grassi nella dieta, sia eventualmente prendendo farmaci per la pressione sanguigna o colesterolo. Il monitoraggio del livello del sonno e dello stress è importante per proteggere il sistema immunitario da ulteriori infezioni e esercitare regolarmente aiuterà anche la pressione sanguigna e il colesterolo.

La proteinuria

Prove per la Proteinuria

Sintomi della Proteinuria

Trattamenti per Proteinuria