Ingredienti in detersivi per protesi dentarie

Per prevenire problemi dannosi come le gengive infiammate o le infezioni da funghi – per non parlare del mantenimento del tuo alito fresco e piacevole – la cura appropriata della protesi è fondamentale. Un regime tipico di cura delle protesi comporta nuovamente spazzolatura, imbottigliamento e spazzolatura. Detergenti per protesi dentarie – che di solito arrivano sotto forma di compresse di dissolvenza effervescente – uccidono i batteri, rimuovono le macchie e aiutano le protesi a mantenere le loro qualità flessibili. A tal fine, si basano su numerosi ingredienti attivi.

Bicarbonato comune di sodio

Conosciuto anche come bicarbonato di sodio, il bicarbonato di sodio tipicamente serve come ingrediente attivo nei detergenti off-the-shelf protesi, compresi i prodotti del negozio e quelli di prominenti produttori come Polident. Questa polvere bianca garantisce la dissoluzione delle protezioni delle protesi con la loro qualità frizzante e pulisce le denti mediante l’alcalizzazione dell’acqua. Il bicarbonato di sodio, secondo GoodGuide.com, è un ingrediente sicuro e non tossico.

L’ipoclorito di sodio alternativa

Spesso trovato in una concentrazione da 0,05 a 2 per cento, l’ipoclorito di sodio – noto comunemente come candeggina – si presta anche ad alcuni detergenti per protesi dentarie. Questo composto chimico funziona principalmente come disinfettante, anche se ha proprietà di sbiancamento e rimozione delle macchie. Anche se l’ipoclorito di sodio appare talvolta nell’acqua potabile, la British Dental Health Foundation e l’American Dental Association avvertono i protettori contro l’uso di prodotti che contengono candeggianti, in quanto potrebbero indebolire e scolorire le dentiere. Tuttavia, i produttori come Cepacol, Corega e Polident fabbricano detergenti con questo ingrediente.

Altri ingredienti

L’acido citrico astringente si presenta comunemente anche nei detergenti per protesi dentali, così come fragranze, colori e sapori, come pepe menta, spearmint o oli di mentolo. Oltre a una combinazione di agenti di pulizia e di sbiancamento, i detergenti per protesi generalmente contengono enzimi, detergenti e tensioattivi, il che contribuisce a ridurre la tensione superficiale dei liquidi disciolti. Il dentista Dr. Mark Burhenne raccomanda di evitare i detergenti per protesi con persolfato, che possono causare reazioni allergiche che possono causare danni ai tessuti, irritazioni, problemi di pressione sanguigna o problemi respiratori.

Altro da considerare

In alternativa ai detergenti chimici, Dr. Burhenne suggerisce di immergere le dentiere in una soluzione semplice di acqua e di un panno di sapone di caccia a base di olio d’oliva. Assicurati di dare prima le dentiere una spazzolatura leggera con uno spazzolino da denti elettrico e un po ‘di dentifricio, se necessario. Presso la farmacia, cercare i prodotti di protesi con la sigillatura dell’Associazione Dental Association americana, che indica la presenza di studi di efficacia e di ingredienti sicuri. Controllare con il dentista prima di immergere le protezioni con morbidi rivestimenti o componenti metallici in qualsiasi tipo di detergente.