L-glutamina per gerd

Ci sono molti modi per gestire la malattia da reflusso gastroesofageo, o GERD, che porta a bruciore di stomaco e reflusso acido. Questi includono cambiamenti nello stile di vita, come perdere peso, indossare indumenti più lenti e mangiare pasti più piccoli, così come farmaci o interventi chirurgici. Alcuni integratori, come la L-glutamina, possono anche essere utili, ma assicurati di consultare il proprio medico prima di provare qualsiasi nuovo integratore.

Identificazione

La glutammina è un aminoacido, il che significa che è un blocco di costruzione di proteine. Infatti, è l’aminoacido più abbondante nel tuo corpo. Tuttavia, stress estremo come esercizio pesante o un infortunio può esaurire i livelli di glutammina. Questo aminoacido è importante per rimuovere l’ammoniaca in eccesso dal corpo. È anche necessario per la digestione, la funzione del cervello normale e la funzione del sistema immunitario. La forma comune nei supplementi alimentari è la L-glutamina. È disponibile in forma di compressa, liquido e capsule.

Effetto

La glutammina può essere utile se si dispone di GERD perché ha azione antiinfiammatoria che riduce l’infiammazione intestinale associata al reflusso acido, secondo un articolo su FoxNews.com. La glutammina aiuta a proteggere la fodera del tratto gastrointestinale, chiamata mucosa, osserva l’Università di Maryland Medical Center.

Dosaggio

Le raccomandazioni per la quantità di L-glutamina da assumere variano, quindi consultate il vostro medico se siete interessati a questo approccio. Ad esempio, il dottor Michael Janson, presidente passato dell’American Preventive Medical Association e l’American College for Advancement in Medicine, suggerisce 1.000 a 2.000 mg due volte al giorno, anche se osserva che più alto può beneficiare di alcune persone. Ad esempio, in “stanco di essere stanco”, Jesse L. Hanley e Nancy Deville raccomandano una dose di 3.500 mg di L-glutamina una o tre volte al giorno. Le dosi di 500 mg al giorno sono generalmente considerate sicure, secondo il University Medical Center di Maryland. Consultare un medico prima di provare dosi più elevate.

considerazioni

È possibile ottenere facilmente glutammina dal cibo. Le fonti dietetiche includono proteine ​​animali e vegetali come il cavolo crudo, spinaci crudi, prezzemolo crudo, carne di maiale, carne di manzo, pollame e prodotti lattiero-caseari. Prendete i supplementi solo con la supervisione di un fornitore di assistenza sanitaria. Se si dispone di malattie epatiche, malattie renali o sindrome di Reye, è necessario evitare glutammina. Se siete anziani e hanno una diminuzione della funzionalità renale, potrebbe essere necessario ridurre il dosaggio della glutamina.